venerdì, aprile 11, 2014

Chi sa sapeva

hai strappato l'erba dalla terra, adesso chiedile scusa e togliti il sangue marrone dalle mani, dunque tagliale e piantale, e con le braccia che vi cresceranno sotto proteggerai i fiori selvatici ed i nuovi fili verdi.
con le tue braccia senza mani farai buchi nel terreno dove seminerai la tua bontà. non potrai nemmeno tirar via le radici deboli delle erbacce dopo la pioggia, nemmeno se con sé si porteranno dietro l'asfalto rotto del marciapiede.

martedì, aprile 08, 2014

Mondi diversi, uguali terreni

come Big Fish, io e il mio nonno correvamo come nel finale di Big Fish. cioè, io correvo mentre lui stava seduto, pesantissimo, sulla sedia a rotelle che spingevo mentre la pioggia iniziava ad aumentare di intensità. diceva che dovevo sbrigarmi, io probabilmente mi scusavo ed acceleravo il passo. avevo paura di farlo cadere, ma non credo che a lui dopo una Guerra Mondiale, un tumore e un ictus fregasse molto di cadere; l'importante era non bagnarsi. così come dicevo io ai miei occhi mentre lo guardavo immobile nel letto, mesi dopo.
il dolore arriva forte e non ha senso curarsene troppo, l'importante è non bagnarsi.