mercoledì, febbraio 12, 2014

Oggi di me, domani di noi

il piede che strascica
è un tamburo quella cassa toracica

le vene che si stritolano per il sangue che le riempie, un fascio di muscoli solido e unico che guida gli occhi a guardare di sotto dalla finestra. sotto alla finestra ci sono io che guardo le pupille cadermi dentro la faccia e diventare mie, una pioggia rossa mi cade addosso dopo quella che penso sia un'esplosione. ho addosso una persona, ho addosso un'altra persona.

mercoledì, febbraio 05, 2014

Anche se non saprà mai cosa c'è a sinistra e a destra della sua mano, ti incanterà senza nemmeno saperti spiegare come ci è riuscito

se poi mi sdraio al contrario sento i fili sotto di me toccare il fondoschiena e alzarmi come un tappeto da terra, anche se a terra ci sono e ci sono legato. anche se mi portate via, io ci sono legato.

non sanguino nemmeno se togli i petali dai fiori che mi crescono sulle braccia.

Il solito loop

odore di lievito con le tigri mi esercito il fuoco è nel cassetto la cenere sotto il letto nelle storie dei bambini è polvere viva